Frine

La modella

La natura ha fatto gran parte del lavoro, e qualsiasi buon fotografo avrebbe ottenuto questo risultato, o molto meglio, lavorando in studio o all’aperto usando pannelli riflettenti per ammorbidire le ombre e faretti led per indirizzare le luci. Questa foto è stata scattata all’aperto, al Salone dell’auto di Torino, in un’ora infame, le 3 del pomeriggio, ed in mezzo al caos totale. Usando un forte teleobiettivo sono stato costretto a posizionarmi molto distante dalla ragazza e, quindi, decine e decine di persone si intromettevano tra me ed il soggetto, rovinando l’inquadratura o non permettendomi di scattare. Poi per pochissimi secondi il miracolo che ha cambiato in maniera favorevole la situazione. La ragazza si è spostata di pochi metri lateralmente, cosi è stata protetta da un tendone che ha ammorbidito la dura luce del sole. Per un attimo nessuno si è inserito tra il mio obiettivo e la modella. Nello stesso istante la mia Frine (chissà perché la chiamo così, forse perché Frine era la modella ed ispiratrice dello scultore Prassitele?) si è girata guardando verso di me e, con un piccolo vezzo, si è arricciata i capelli. La fortuna mi ha baciato, torno a casa soddisfatto.

La foto è stata scattata al Salone dell’Auto di Torino il 9 giugno 2018.

 

Nature has done much of the work, and any good photographer would have achieved this result, or much better, working in a photo studio or outdoors using reflective panels to soften the shadows and led spotlights to manage the lights. This photo was taken outdoors, at the Turin Motor Show, in an hour infamous, 3 o’clock in the afternoon, and in the midst of total chaos. Using a long telephoto lens I was forced to position myself very far from the girl and, therefore, dozens of people intruded between me and the subject, ruining the frame or not allowing me to shoot. Then for a few seconds the miracle that has changed favorably the situation. The girl has moved a few meters sideways, so she was protected by a tent that softened the harsh light of the sun. For a moment no one intruded between my lens and the model. At the same time my Frine (who knows why I call her so, maybe because Frine was the model and inspirer of the sculptor Prassitele?) turned around looking at me and, with a grace, she curled her hair. Luck kissed me, I go home satisfied.

The photo was taken at the Turin Motor Show on 9 June 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF300mm f/4L IS USM – Iso 500 – L. 300mm.  – f/4.0 – 1/500 sec.

2 risposte a "Frine"

  1. Sembra che fosse uscita da casa sapendo che qualcuno l’avrebbe presentata a tanta gente. Perciò era perfettamente pronta per il tuo scatto che però l’ha egualmente sorpresa.

    Mi piace

    1. Sembra. Lei era una delle hostess nello stand della Land Rover, quindi sapeva con certezza cosa l’aspettasse. Lo scatto è il risultato di una serie di concomitanze favorevoli, come ho descritto nel mio commento.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.