Il bastoncino di zucchero filato

L’autunno è inoltrato, fa molto freddo. La bianca Garzetta, ritta su una sola zampa, si riscalda con gli ultimi raggi di sole. Una lunga ombra si distende sul terreno gelato. Poi piega il lungo collo per pulirsi, assumendo una forma familiare. Ricordi. Il primo ad emergere è quello di un sapore dolcissimo, quasi acre. Poi giunge l’immagine del bastoncino di zucchero filato. La gioia nel mangiarlo, mentre lui, lo zucchero filato, si appiccicava sul naso e sulle guance. La Garzetta ha finito le sue pulizie, e va via. Rimangono i dolcissimi ricordi.

La foto è stata scattata a Racconigi, nel novembre 2017

Autumn is late, it’s very cold. The white little Egret, standing on one leg, warms up with the last rays of the sun. A long shadow spreads over the frozen ground. Then it bends the long neck to clean itself, assuming a familiar shape. Memories. The first to emerge is that of a very sweet, almost acrid taste. Then comes the image of the cotton candy cane. The joy in eating it, while it, the cotton candy, was sticking on my nose and cheeks. La Garzetta has finished its cleaning, and goes away. The sweet memories remain.

The photo was taken in Racconigi, in November 2017

4 risposte a "Il bastoncino di zucchero filato"

Rispondi a Antonio Damanti Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.