Trasparenze

Trasparenze

Lo scatto in controluce mette in evidenza la delicatezza e la perfezione della trama delle ali dell’ibis sacro. Il disegno mi ricorda ventagli e velette degli anni ’30. Chissà se gli stilisti di allora si sono ispirati all’ibis?

Nell’antico Egitto, l’ibis era ritenuto la personificazione del dio Toth, ecco perché era sacro. Le antiche credenze raccontano che Toth, dopo la morte di un uomo, fosse presente davanti al tribunale divino. Durante il giudizio, il cuore del defunto veniva posto su un piatto di una bilancia, mentre sull’altro veniva posta una piuma e, se il cuore pesava quanto la piuma, significava che il defunto durante la sua vita era stato un uomo giusto. 

Un cuore leggero quanto una piuma. Questa dovrebbe essere la ragione di vivere una vita.

La foto è stata scattata in Piemonte. Settembre 2018

 

The backlit shot emphasizes the delicacy and perfection of the texture of the sacred ibis wings. The design reminds me of fans and veils of the ’30s. I wonder if the fashion designers of the time were inspired by the ibis?

In ancient Egypt, ibis was considered the personification of the god Toth, that’s is why it was sacred. The ancient beliefs tell that Toth, after the death of a man, used to stand before a divine tribunal. During the judgment, the heart of the dead was placed on a plate of a scale, while on the other was put a feather and, if the heart weighed as much as the feather, it meant that the dead had been a fair man during his life.

A heart as light as a feather. This should be the reason to live a life.

The photo was taken in Piedmont. September 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 300 f/4.0 IS USM  + 1.4x Teleconverter – Iso 1000 – L. 420mm – f/8.0 – 1/3200 sec.

Toccata e fuga

L'organista

La chiesa di Saint Eustache si trova a pochi passi da Les Halles, nel pieno centro di Parigi. Passando davanti ad una porta laterale mi raggiunge, inconfondibile, la musica di un organo. La musica per organo di Bach colpisce. Tocca l’anima. Entro nella chiesa e vedo una giovane organista che si sta esercitando. La tentazione è forte. Scatto un paio di foto prima di accorgermi di un cartello che ne indica il divieto. Peccato, a me non resta che la fuga.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018

The Saint Eustache church is just a few steps away from Les Halles, in the heart of Paris. Passing in front of a side door I hear, unmistakable, the music of an organ. Bach’s organ music hits. It touches the soul. I enter the church and see a young organist who is practicing. The temptation is strong. I take a couple of shots before noticing a sign indicating the prohibition to take photos. It’s a pity, to me remains only the “fuga”.

The photo was taken in Paris. August 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 2000 – L. 135mm – f/2,8 – 1/500 sec.

A spasso per Parigi

Famiglia moderna

Siamo in Rue de Grenelle. Poco più avanti, al numero civico 7, è stato ambientato il famoso romanzo L’eleganza del riccio di Muriel Barbery. Fa molto caldo e si ci veste come si può. Una polo a righe orizzontali cerca di accoppiarsi con dei pantaloni mimetici, sotto lo sguardo austero di un classico Borsalino. Rapporto incestuoso. Speriamo che il riccio non stia alla finestra, ne va della sua salute.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018.

We are in Rue de Grenelle. A little further on, at the number 7, it was set the famous novel The Elegance of the hedgehog by Muriel Barbery. It’s very hot and you dress without care. A horizontal striped polo shirt tries to pair with camouflage pants, under the austere look of a classic Borsalino. Incestuous relationship. We hope that the hedgehog is not at the window, it’s a matter of its health.

The photo was taken in Paris. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 320 – L. 200mm – f/2,8 – 1/1250 sec.

L’attimo fuggente

Picnic sul prato

A volte, nella fotografia, bisogna avere la fortuna di cogliere l’attimo fuggente. Questa foto, se fosse stata scattata una frazione di secondo più tardi o più presto, avrebbe perso il suo significato e l’armonia della composizione. Il telo sarebbe stato più basso, coprendo il volto dell’uomo seduto, o troppo alto, rovinando la geometria dell’immagine. Questa volta l’attimo fuggente è stato catturato.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018.

Sometimes, in the  photography’s world, one must be lucky enough to catch the fleeing moment. This photo, if it had been taken a fraction of a second later or earlier, would have lost its meaning and the harmony of the composition. The cloth would have been lower, covering the face of the seated man, or too high, ruining the geometry of the image. This time the fleeing moment has been captured.

The photo was taken in Paris. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 400 – L. 185mm – f/2,8 – 1/800 sec.

 

 

Les Deux Magots

Les deux magots

Les Deux Magots, insieme al Café de Flore, è il più famoso café letterario di Parigi. Il  locale, che si trova nell’attuale sede dal 1873, era in origine un negozio di seterie e oggetti orientali. Il nome deriva da due statuette di porcellana cinesi ancora visibili all’interno. Nel 1885 l’attività viene venduta e trasformata in una caffetteria. Il locale diventa presto un centro della cultura parigina e, dagli anni ’30, comincia ad essere frequentato da grandi artisti come Picasso, Prévert, Hemingway, Breton, Sartre e molti altri. Oggi è uno dei caffé più antichi di Parigi, e lì si possono incontrare personaggi del mondo della moda, della politica e famosi bloggers internazionali …

Ah, dimenticavo, la foto del Les Deux Magots è quella che vedete riflessa sulla ruota del vecchio maggiolino.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018.

 

Les Deux Magots, together with the Café de Flore, is the most famous literary café in Paris. The activity, located in the current location since 1873, was originally a shop for silk and oriental objects. The name derives from two Chinese porcelain figurines still visible inside. In 1885 the business was sold and turned into a cafeteria. The Café soon began to play an important role in Parisian  culture life and, from the 1930s, it began to be frequented by great artists such as Picasso, Prévert, Hemingway, Breton, Sartre and many others. Today it is one of the oldest cafés in Paris, and there you can meet people from the world of fashion, politics and famous international bloggers …

Ah, I forgot, the photo of Les Deux Magots is that one  you see reflected on the wheel of the old beetle.

The photo was taken in Paris. August 2018.

 

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 1250 – L. 175mm – f/4,0 – 1/800 sec.

Flussi migratori

Il germano e l'airone

Il piccolo germano reale protesta con vigore per l’arrivo del grosso airone bianco. Difende il suo territorio dall’intrusione dei “migranti”. Per fortuna la Natura è più saggia dell’uomo, e troverà una soluzione che tuteli tutti. Ecco, non si sente più anatrare il germano. La pace è tornata nell’oasi.

La foto è stata scattata nell’oasi LIPU di Racconigi. Settembre 2018.

The little mallard protests vigorously for the arrival of a great white heron. It defends its territory from the intrusion of “migrants”. Fortunately, Nature is wiser than man, and will find a solution that protects everyone. Here, you don’t longer hear the duck. Calm has been restored in the oasis.

The photo was taken in the LIPU oasis of Racconigi. September 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 7D MKII – Lens Tamron SP 150-600mm f/5-6.3 Di VC USD G2 – Iso 640 – L. 600mm – f/8,0 – 1/2000 sec.

 

La cartolina

La cartolina

Lo so, lo aveva detto che non sarebbe stato per sempre. Ripeteva: “Anche la nostra storia vedrà il suo tramonto”. Non l’ho più sentito per diversi giorni. Non una parola, una telefonata, un messaggio, e poi… È arrivata una cartolina da Parigi. Non serve che la legga. Ho capito.

La foto è stata scattata dalla torre di Montparnasse. Agosto 2018.

I know, he had said that it would not have been forever. He used to say: “Also our story will see its sunset”. I have not heard him for several days. Not a word, a phone call, a message, and then… I received a postcard from Paris. I do not need to read it. I got it.

The photo was taken from the Montparnasse tower. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 100 – L. 140mm – f/2,8 – 1/1600 sec.

 

 

 

Mont Saint-Michel

Mont Saint Michel

Il profilo di Mont Saint-Michel mi ha sempre ricordato il cappello del mago Merlino. Una ragione ci sarà, oltre a quella della silhouette. Il periodo storico della costruzione dell’abbazia e quello letterario del mago Merlino sono abbastanza coincidenti. Quindi? Quindi verrebbe voglia di scrivere una nuova versione, dopo quelle di Goffredo di Monmouth, di Robert de Boron e di altri narratori medioevali. “Il mago Merlino che, dall’alto dell’abbazia dove sono asserragliati re Artù e i suoi cavalieri, comanda le acque facendole innalzare, travolgendo i nemici del re…”

Uhmm, forse è meglio continuare con la fotografia. Lasciamo la scrittura per la prossima vita.

La foto è stata scattata in Normandia. Luglio 2007

The outline of Mont Saint-Michel has always reminded me of Merlin’s hat. There will be a reason, besides that of the silhouette. The historical period of the abbey construction and the literary period of the wizard Merlin are quite coincidental. Then? Then desire would come to write a new version, after those of Goffredo di Monmouth, Robert de Boron and other medieval storytellers. “The wizard Merlin who, from the top of the abbey, where King Arthur and his knights are barricaded, commands the waters, making them rise, overwhelming the king’s enemies …”

Uhmm, maybe it’s better to go on with photography. Let the writing for the next life.

The photo was taken in Normandy. July 2007

Dati di scatto:

Canon Eos 5D – Lens EF 24-105 f/4 L IS USM – ISO 100 – L 35mm. – f/4.0 – 1/1000 sec.

Ventimila leghe sotto…terra.

Nautilus

“Il Nautilus viene improvvisamente risucchiato dal terribile gorgo del  Maelström vicino alle coste della Norvegia”. Così si chiude il famoso romanzo di Jules Verne Ventimila leghe sotto i mari. Che fine hanno fatto il Nautilus ed il suo capitano Nemo? Del capitano non abbiamo notizie certe, ma abbiamo ritrovato il Nautilus. Dopo anni, e migliaia di leghe percorse sottoterra, si è fermato nella patria del suo autore ed ha assunto le sembianze di una stazione del metrò di Parigi. Per il capitano Nemo le ricerche continuano.

La foto è stata scattata alla stazione Arts e Metiers del metrò parigino. Agosto 2018.

“The Nautilus is suddenly sucked into the terrible Maelström gorge near the shores of Norway”. Thus closes the famous novel by Jules Verne Twenty thousand leagues under the seas. What happened to the Nautilus and its captain Nemo? We have no certain news about the captain, but we have rediscovered the Nautilus. After years, and thousands of leagues traveled underground, it stopped in the homeland of its author and took on the appearance of a metro station in Paris. For Captain Nemo, research continues.

The photo was taken at the Arts and Metiers metro station in Paris. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 16-35 f/4.0 IS USM – Iso 8000 – L. 25 mm – f/4.0 – 1/125 sec.

Tu chiamale se vuoi…contorsioni

Contorsioni

Quando ho scattato questa foto ho pensato di intitolarla: “Tu chiamale se vuoi…contorsioni”, parafrasando il ritornello di una canzone di Lucio Battisti. Tornato a casa, ho cercato il testo della canzone, che ricordavo vagamente, e sono rimasto di sasso. Il primo verso della canzone recita: “Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi ritrovarsi a volare…”. Il pensiero razionale parlerebbe di una mera coincidenza, ma la mente non è solo pensiero razionale. La mente genera sogni, immagini e immaginazioni. Emozioni, e la sensazione che la foto fosse stata ispirata. 

La foto è stata scattata all’oasi LIPU di Racconigi, il 12 Settembre 2018.

When I took this photo I thought to call it: “You call them if you want … contortions”, paraphrasing the refrain of a song by Lucio Battisti. Back home, I looked for the text of the song, which I vaguely remembered, and I was stunned. The first verse of the song says: “Follow with the eyes a heron above the river and then you find yourself to fly … “. Rational thought would speak of a mere coincidence, but the mind is not only rational thought.The mind generates dreams, images and imaginations. Emotions, and the feeling that the photo had been inspired.

The photo was taken at Racconigi’s LIPU oasis on September 12th 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 7D MKII – Lens: Tamron SP 150-600mm f/5-6.3 Di VC USD G2 + Extender TC-X14 – Iso 250 – L. 840mm – f/10 – 1/640 sec.

Speriamo che sia femmina.

La gravidanza

Speriamo che sia femmina, è il titolo di un film italo/francese diretto da Monicelli, con C. Deneuve. Anche questa foto è italo/francese. Italiano il fotografo, francesi le due protagoniste visibili. Una delle due donne è palesemente in stato interessante. Un detto popolare, difficile da sfatare, racconta che, se la pancia della puerpera è tonda, il nascituro sarà una femmina. Io non credo affatto a queste superstizioni. Di una cosa sola sono certo, a giudicare dalla gioia della mamma e dall’entusiasmo della nonna: il neonato sarà un persona felice. 

Ah, a proposito, fossi in voi la chiamerei Catherine.

We hope it’s female, is the title of an Italian / French movie directed by Monicelli, starring C. Deneuve. This photo too is italo / french. Italian the photographer, French the two visible protagonists. One of the two women is clearly pregnant. A popular saying, difficult to dispel, tells that if the belly of the puerpera is round, the baby will be a female. I do not believe these superstitions at all. Of a thing only i am certain, judging by the joy of the mother and the grandmother’s enthusiasm: the baby will be a happy person.

Ah, by the way, if I were you I would call her Catherine.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 200 – L. 115mm – f/2,8 – 1/800 sec.

 

La carezza

la carezza

Lei somiglia ad una giovane Isabella Rossellini. Guardo la foto e mi lascio coinvolgere dalla tenerezza di quel gesto. Il suo sguardo punta verso qualcosa di indefinito, ma il suo sorriso non lascia spazio a dubbi. Guarda al futuro. Auguri, ragazzi.

La foto e stata scattata a Parigi. Agosto 2018.

She looks like a young Isabella Rossellini. I look at the picture and I let myself be involved by the tenderness of that gesture. Her gaze is pointing towards something indefinite, but her smile leaves no room for doubt. She looks at the future. Wishes, guys.

The photo was taken in Paris. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 640 – L. 200mm – f/2,8 – 1/1000 sec.

Oooh!

Oooh

Le Bon Marché Rive Gauche è il più antico grande magazzino al mondo. Fu inaugurato nel 1852, e alla sua progettazione collaborò l’ing. Gustave Eiffel. Oggi è di proprietà del gruppo LVMH insieme a tanti altri marchi famosi, quali Louis Vuitton, Christian Dior. L’ ambiente è di gran classe, i prodotti raffinati e nulla lascia pensare ad un grande magazzino. Forse bisognerebbe coniare il termine “Grand Boutique”. Mentre mi aggiro in uno dei reparti mi sento osservato. Mi guardo intorno, ma i clienti sono tutti intenti ad esaminare le merci esposte.  Guardo attentamente e mi accorgo che è una maschera a fissarmi, appesa ad uno scaffale, con gli occhi sbarrati e una espressione di sorpresa dipinta sulla bocca. Si sarà meravigliata di vedermi girare in un reparto di cartoleria? Mio caro Pierrot, l’amore, a volte, fa fare cose che lasciano sbalorditi.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018.

Le Bon Marché Rive Gauche is the most ancient department store in the world. It was inaugurated in 1852, and Gustave Eiffel worked to its planning . Today it is owned by the LVMH group together with many other famous brands such as: Louis Vuitton, Christian Dior and many others. The environment is of great class, refined products and nothing let you think that you are in a large department store. Perhaps we should coin the term: “Grand Boutique”. As I wander around one of the departments I feel observed. I look around, but the customers are all intending to look at the goods on display. I look carefully and, hanging on a shelf, a mask looks at me, wide-eyed and a surprised expression painted on the mouth. Will you be amazed to see me walk around in a stationery department? My dear Pierrot, love, at times, does things that leave you amazed.

.

The photo was taken in Paris. August 2018.

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 5000 – L. 140mm – f/3,2 – 1/500 sec.

La lettrice del metrò

La lettrice sul metrò

Il metrò della linea 3 mi sta portando da Piazza Wagram all’ Opéra. Seduta di fronte, una bella ragazza sta leggendo un libro di carta. Immagini sempre più rare. Decido di scattare una foto. L’ambiente è piccolo ed è difficile non farsi notare. So di avere una sola possibilità prima di essere scoperto, e la ragazza è seminascosta da un corrimano. Scatto, la foto è perfetta. Quando scendo all’ Opéra mi viene voglia di cantare come Pavarotti.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018

The subway line 3 is taking me from Piazza Wagram to the Opéra. Sitting opposite, a beautiful girl is reading a paper book. Images increasingly rare. I decide to take a shot. The environment is small and it is difficult not to be noticed. I know I have only one chance before being discovered, and the girl is half-hidden by a handrail. I take the shot, the photo is perfect. When I get off at the Opéra I feel like singing as Pavarotti.

The photo was taken in Paris. August 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 800 – L. 70mm – f/2,8 – 1/60 sec.

 

Il berretto di lana

Riflessioni

La giornata è molto calda. Lui, il ragazzo di colore, ha scelto di sedersi all’ombra di quel maestoso albero. Forse gli ricorda quelli della sua terra. Mi chiedo come mai indossi un cappello di lana. Noto che ha un cerotto per facilitare la respirazione sul naso. Sarà raffreddato. Ha la testa china, sembra ricordare. Poi lo sguardo scivola sulla sua mano e vedo lo smartphone. Peccato. 

La foto è stata scattata al Parc Monceau, Parigi. Agosto 2018

The day is very hot. He, the black boy, chose to sit in the shade of that majestic tree. Perhaps it reminds him one of those of his homeland. I wonder why he is wearing a woolen hat. I notice that he has a nasal strip to facilitate breathing. It will have a cold. He has the head down, he looks like he is remembering something. The look slips on his hand and I see the smartphone. So bad.

The photo was taken at Parc Monceau, Paris. August 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 800 – L. 200mm – f/2,8 – 1/800 sec.

Il rossetto

Crema per labbra

La foto di due modelle campeggia nella vetrina. Pubblicizzano un rossetto per labbra e, con il loro atteggiamento, cercano di attirare l’attenzione. Poi passa lei, l’attenzione è subito distolta. È una eleganza sobria, per nulla appariscente, quella che veste la giovane donna. Avrà messo il rossetto? Non lo so, ma sono certo che anche il trucco sarà appena visibile, come le si addice.

La foto è stata scattata a Udine nel luglio 2018

The photo of two models stands in the shop window. They advertise lipstick and, with their pose, try to attract attention. Then she passes, the attention is immediately diverted. It is an understated elegance, not at all ostentatious, that one which dresses the young woman. Will she wear lipstick? I do not know, but I’m sure the makeup will be barely visible, just as it suits her.

The photo was taken in Udine in July 2018

Dati di scatto: Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200L IS II USM – L. 100 mm. – Iso 1000 – f/2.8 – 1/640 sec.

 

La panchina

La panchina senza età

Non ha limiti di età la panchina nel parco. Spesso sono giovani. Primi amori, sguardi tra il tenero e l’imbarazzato, qualche fugace bacio. Poi si ritorna, ancora ed ancora. Non più da soli, ma con i figli, e poi i nipotini. Solo qualche coppia, dopo aver fatto i nonni per qualche anno, ritorna da sola. Non c’è più imbarazzo nei loro sguardi, solo tenerezza velata, a volte, da una trama di tristezza.

La foto è stata scattata a Torino nel luglio 2018

It doesn’t have limits of age the bench in the park. They are often young. First loves, looks between the tender and the embarrassed, some fleeting kiss. Then you come back, again and again. No longer alone, but with your children, and then the grandchildren. Only few couples, after having been grandparents for a few years, return alone. There is no more embarrassment in their looks, only veiled tenderness, sometimes, from a weft of sadness.

The photo was taken in Turin in July 2018

Dati di scatto: Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200L IS II USM – L. 200 mm. – Iso 250 – f/2.8 – 1/160 sec.

 

Simmetrie

Simmetrie

Un vecchio proverbio recita: “Chi non si somiglia, non si piglia”. Indubbiamente questa coppia ha molti punti in comune: Occhiali da vista, collana, dedizione allo smartphone, bracciale dell’orologio in acciaio, stesso modo di accavallare le gambe. Festeggeranno le nozze d’oro, sono sicuro.

La foto è stata scattata a Udine nel luglio 2018

An old saying: “We’re not two birds of a feather, we’ll never flock together”. Undoubtedly this couple has many points in common: Eyeglasses, necklace, dedication to the smartphone, steel bracelet for the watch, the same way to cross the legs. They will celebrate the golden anniversary, I’m sure.

The photo was taken in Udine in July 2018

Dati di scatto: Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200L IS II USM – L. 200 mm. – Iso 500 – f/2.8 – 1/320 sec.

 

The River Bike

River Bike

La strada lungo il fiume è pianeggiante, ma la morsa del caldo è insostenibile. Una breve sosta per tirare il fiato. L’acqua nella bottiglia blu sembra sporgersi verso il fiume che scorre libero tra gli argini. Avrà sete di liberta?

La foto è stata scattata a Torino nel luglio 2018

The road along the river is flat, but the grip of the heat is unbearable. A short stop to get a breath. The water in the blue bottle seems to lean toward the river that flows free between the banks. Will it be thirsty of freedom?

Photo was taken in Turin in July 2018

Dati di scatto: Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200L IS II USM – L. 150 mm. – Iso 100 – f/2.8 – 1/500 sec.

L’abbraccio

L'abbraccio

L’abbraccio è totale, ed il mondo intorno si percepisce appena. Tutto è ovattato, tranne il pulsare del suo cuore sul tuo. Sai che tra poco dovrà andar via. La stringi forte. Un senso di vertigini ti assale.

La foto è stata scattata a Parigi nell’ agosto 2018

The hug is heartbreaking, and the world around is barely perceptible. Everything is muffled, except the pulse of her heart on yours. You know she will have to leave shortly. You hug her tightly. A sense of vertigo takes hold of you.

The photo was taken in Paris in August 2018

 

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 100 – L. 100mm – f/2,8 – 1/800 sec.

 

 

 

La casa dietro l’albero

È nascosta dietro l’albero la casa di pietra. Mura vecchie centinaia di anni. Quanta gente ha creduto di possedere quella casa, ma poi… altra gente, altre storie. La casa, lei sì, ha posseduto parte delle loro vite. Tutto rimane chiuso tra le sue mura. La vita continua per la sua strada.

La foto è stata scattata a San Gimignano nel febbraio 2017

The stone house is hidden behind the tree. Walls hundreds of years old. How many people believed to own that house, but then … other people, other stories. The house, it yes, has owned part of their lives. Everything remains within its walls. Life continues on its way.

The photo was taken in San Gimignano in February 2017

Dati di scatto:

Canon Eos 5D MKII – Lens EF 24-105L IS USM – L 24mm. – Iso 200 – f/9.0 – 1/250sec.