Il giardiniere matto

Il giardiniere visionario

C’era una volta un giardiniere talmente innamorato delle sue piante che voleva lo seguissero quando usciva di casa. Nonostante gli inviti e le preghiere che rivolgeva loro, queste rimanevano ferme nel loro giardino. Un giorno il giardiniere ebbe una fantastica idea: fare crescere le sue adorate piante con una forma sferica, così che rotolando potessero seguirlo nel suo girovagare. Dopo anni di esperimenti riuscì nel suo intento; il suo giardino era ricoperto da piante sferiche, ma queste, nonostante la loro forma, rimanevano radicate al loro posto. Il giardiniere, ormai diventato matto a causa della sua ossessione, ebbe una idea illuminante: tagliare le radici. La soluzione funzionò e le piante, con una leggera spinta, rotolarono dietro di lui. Ma il giardiniere non aveva previsto una cosa, ovvia ai più, ovvero che le piante, private delle loro radici, una dopo l’altra, sarebbero morte tutte. Quando questo inevitabilmente accadde, il giardiniere sparì e di lui non si seppe più nulla. Ciò che rimane è questa sua foto, che lo ritrae con una delle sue adorate piante.

La foto è stata scattata alla mostra Flor a Torino. Ottobre 2018

Once upon a time there was a gardener so in love with his plants that he wanted they follow him every time he went out. Despite the invitations and prayers he addressed to them, they remained in the garden. One day the gardener had a fantastic idea: to grow his beloved plants with a spherical shape, so that rolling could follow him in his wanderings. After years of experiments he succeeded in his intent; his garden was covered with spherical plants, but these, despite their shape, remained rooted in their place. The gardener, now gone mad due to his obsession, had an illuminating idea: to cut the roots. The solution worked and the plants, with a slight push, rolled behind him. But the gardener had not foreseen one thing, obvious to the most, that the plants deprived of their roots, one after the other, would all die. When this inevitably happened, the gardener disappeared and nothing was heard of him again. What remains is this photo of him with one of his beloved plant.

The photo was taken at the Flor exhibition in Turin. October 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 100 – L. 95 mm – f/2,8 – 1/160 sec.

4 risposte a "Il giardiniere matto"

Rispondi a Alessandro Giordano Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.