Musica da camera

i due violini

Il concerto è appena finito. Un breve riposo sul divano di velluto per riprendere fiato. È stato faticoso ed impegnativo. Il quartetto per archi di Ravel, l’unico scritto da questo compositore, impegna tecnicamente non poco. Nel quarto movimento spesso si inseguono, con un tempo di esecuzione molto veloce, note brevissime; come macchie di colore sullo spartito. Mentre rifletto su quanto avvenuto, la sua voce attrae la mia attenzione: “È stato bello suonare con te”. Parole che ne ricordano altre simili. In un altro luogo, in un altro tempo, mentre l’alba dipingeva di rosso il cielo.

La foto è stata scattata a Torino, il 4 aprile 2019.

The concert has just finished. A short rest on the velvet sofa to catch my breath. It was tiring and challenging. Ravel’s string quartet, the only one written by this composer, is technically very demanding. In the fourth movement, very short notes often follow each other, with a very fast execution time; like a colored patchwork on the musical score. While I reflect on what has just happened, his voice catches my attention: “It was nice playing with you”. Words that recall similar words. In another place, at another time, while the sunrise was painting the sky red.

The photo was taken in Turin, 4 April 2019.

 Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 12800 – L. 105 mm – f/2,8 – 1/400 sec.

Alla ricerca del nido perduto

Coppia cerca casa

La giovane coppia ha ricevuto un avviso di sfratto ed è alla ricerca di una nuova casa. Entro poche settimane questi ragazzi dovranno lasciare il nido che li ha accolti appena sposati. Si sono affezionati a quelle due stanze in periferia, dove hanno trascorso i primi mesi della loro vita insieme, e dove hanno progettato il loro futuro. Si guardano attorno, in giro per la città. “Ecco, questa andrebbe bene” – dice lui guardando le finestre dell’enorme edificio bianco sulla piazza. Lei ha un leggero senso di vertigine, ed appoggia la testa sulla sua spalla. Lui la guarda con dolcezza e tra il serio ed il faceto sussurra: “Tu dovresti vivere qui, mia regina”. Lei lo guarda e si gira, in cerca di una carrozza che non c’è. Poi, tenendosi per mano, si avviano alla fermata del 72 barrato.

La foto è stata scattata a Piazza Castello, a Torino, nel Marzo 2019

The young couple has received an eviction notice and is looking for a new home. Within a few weeks this couple will have to leave the nest that greeted them as soon as they were married. They have become fond of those two rooms on the outskirts, where they spent the first months of their lives together, and where they planned their future. They look around, out on the town. “Here, this would be fine” – he says looking at the windows of the huge white building on the square. She has a slight sense of vertigo, and rests her head on his shoulder. He looks at her gently and half  serious and half facetious whispers: “You should live here, my princess”. She looks at him and turns around, looking for a royal carriage that isn’t there. Then, holding each other’s hands, they head towards the number 72 bus stop.

The photo was taken in Piazza Castello, in Turin, in March 2019

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 100 – L. 110mm – f/2,8 – 1/1250 sec.