Il violinista

Il violinista

Scorrono veloci, sulla tastiera d’ebano, le dita del violinista. L’archetto accarezza le corde ed il violino parla. Racconta storie tristi, con  i suoi toni  più bassi poi, d’improvviso, cambia il ritmo e cambia i toni; adesso parla di allegria, di momenti di gioia con una voce cristallina. È la storia della vita. La vita di tutti noi, raccontata dalla voce del violino.

La foto è stata scattata a Torino il 30 Marzo 2019

The violinist’s fingers run fast over the ebony fingerboard. The bow brushes the strings and the violin speaks. It tells sad stories, with its lower tones then, suddenly, it changes the rhythm and changes the tones; now it speaks of joy, moments of happiness with a crystalline voice. It’s the story of life. The life of all of us, told through the voice of the violin.

The photo was taken in Turin on March 30, 2019

 

Dati di scatto:

Canon Eos 7D MKII – Lens EF 300mm f/4 – Iso 3200 – L. 300mm – f/4,0 – 1/800 sec.

 

Toccata e fuga

L'organista

La chiesa di Saint Eustache si trova a pochi passi da Les Halles, nel pieno centro di Parigi. Passando davanti ad una porta laterale mi raggiunge, inconfondibile, la musica di un organo. La musica per organo di Bach colpisce. Tocca l’anima. Entro nella chiesa e vedo una giovane organista che si sta esercitando. La tentazione è forte. Scatto un paio di foto prima di accorgermi di un cartello che ne indica il divieto. Peccato, a me non resta che la fuga.

La foto è stata scattata a Parigi. Agosto 2018

The Saint Eustache church is just a few steps away from Les Halles, in the heart of Paris. Passing in front of a side door I hear, unmistakable, the music of an organ. Bach’s organ music hits. It touches the soul. I enter the church and see a young organist who is practicing. The temptation is strong. I take a couple of shots before noticing a sign indicating the prohibition to take photos. It’s a pity, to me remains only the “fuga”.

The photo was taken in Paris. August 2018

Dati di scatto:

Canon Eos 1DX MKII – Lens EF 70-200 f/2.8 IS II USM – Iso 2000 – L. 135mm – f/2,8 – 1/500 sec.

YUPPI DU

Airone guardabuoi landing

Spesso i lineamenti del volto, gli atteggiamenti, le movenze di alcuni umani, ci ricordano uccelli, cani, orsi … Che dire? Evidentemente questo airone è l’alter ego di Adriano nel mondo animale o, più improbabile, a Celentano sono cresciute le penne. 

Yuppi du

La foto è stata scattata a Racconigi nel giugno 2018

Dati di scatto : Canon Eos 1DX MKII – Lens Tamron 150 -600 f/5-6.3 Di VC USD G2 – L 600mm. – Iso 1250 – f/7.1 – 1/3200 sec.

Quite often the lineaments of the face, the attitudes, the movements of some humans, remind us of birds, dogs, bears … What can I say? Obviously this heron is the alter ego of Adriano in the animal world or, more unlikely, the feathers have grown to Celentano.

The photo was taken in Racconigi in June 2018

 

Musica e Mollette

Musica e Mollette

Una serata di fine luglio sulle colline dell’entroterra ligure. La temperatura è fresca, e si ci prepara per il concerto nella piazza principale. Si alza un po’ di vento. Meglio, trasporterà la musica nelle vicine contrade. Ma il vento non sa distinguere e, insieme alle note, potrebbe portar via anche gli spartiti. Che fare? Un paio di mollette da bucato ed il concerto è salvo. Buon ascolto.

La foto è stata scattata a Perinaldo, nel Luglio 2015.

An evening in late July on the hills of the Ligurian hinterland. The temperature is fresh, and we get ready for the concert in the main square. A bit of wind rises. Better, it will transport music to the surrounding boroughs. But the wind can not distinguish and, together with the notes, it could also take away the scores. What to do? A pair of clothespins and the concert is safe. Good listening.

The photo was taken in Perinaldo, in July 2015.

Dati di scatto:

Canon Eos 5D – Lens 24-105 f/4L IS USM – Iso 1600 – L. 83mm. – f/4 – 1/30 sec.