Il violinista

Il violinista

Scorrono veloci, sulla tastiera d’ebano, le dita del violinista. L’archetto accarezza le corde ed il violino parla. Racconta storie tristi, con  i suoi toni  più bassi poi, d’improvviso, cambia il ritmo e cambia i toni; adesso parla di allegria, di momenti di gioia con una voce cristallina. È la storia della vita. La vita di tutti noi, raccontata dalla voce del violino.

La foto è stata scattata a Torino il 30 Marzo 2019

The violinist’s fingers run fast over the ebony fingerboard. The bow brushes the strings and the violin speaks. It tells sad stories, with its lower tones then, suddenly, it changes the rhythm and changes the tones; now it speaks of joy, moments of happiness with a crystalline voice. It’s the story of life. The life of all of us, told through the voice of the violin.

The photo was taken in Turin on March 30, 2019

 

Dati di scatto:

Canon Eos 7D MKII – Lens EF 300mm f/4 – Iso 3200 – L. 300mm – f/4,0 – 1/800 sec.

 

I racconti del fiume

Il silenzio della nebbia

È una nebbia leggera quella che si sta poggiando sul Po. L’aria, umida e fredda, mi avvolge insieme ad un silenzio inusuale. Anche il rumore dei passi giunge attutito alle orecchie. No, non c’è nessun altro che passeggia sulla riva. Mi siedo su una panchina e, mentre guardo le foglie ed i rami trasportati dalla corrente, ascolto i racconti del fiume.

La foto è stata scattata ai Murazzi di Torino. Gennaio 2017.

It is a dim fog that is resting on the Po. The air, wet and cold, wraps me with an unusual silence. Even the sound of footsteps comes muffled to the ears. No, there is no one else walking on the shore. I sit on a bench and, while I look at the leaves and branches carried by the current, I listen to the river’s tales.

The photo was taken at the Murazzi in Turin. January 2017

Dati di scatto:

Leica C Typ 112 – Iso 400 – L. 6 mm. – f/5,6 – 1/30 sec.